CHI SIAMO

Siamo un'associazione di genitori di persone con disabilità. Partiti dal sogno di 4 famiglie conosciute a scuola nel 2006, oggi il nostro impegno si è ampliato.

Coinvolgiamo persone con disabilità, le loro famiglie e tutta la comunità in progetti che attraversano tutto l'anno.

Dall’essere genitori con figli fragili è nata l'esigenza di far sentire la nostra voce non solo di denuncia o di richiesta ma anche di proposta per contribuire in primo piano allo sviluppo di una cultura inclusiva per la solidarietà, l'accoglienza e il rispetto di ogni persona.

COSTRUIAMO PROGETTI PER GARANTIRE AI NOSTRI FIGLI CON DISABILITÀ UN TEMPO LIBERO DI QUALITÀ DENTRO LA COMUNITÀ

  • Rivolte ai genitori (ormai non solo del quartiere di Redona o della Città, ma anche della provincia).
  • Costruire in modo da rispondere ai bisogno educativi ed essenziali di persone con disabilità grave.
  • Orientate ad attrarre coetanei dei nostri figli.
  • Costruire in collaborazione con Istituzioni, Associazioni e Cooperative Sociali.

SE SEI INTERESSAT* NON ESITARE! SCRIVICI subito per ricevere maggiori informazioni

L'ASSOCIAZIONE PER ME è...

Un luogo accogliente, uno spazio umano ricco, dove convivono leggerezza, gioco, serietà nel rispetto dell'altro stimolante e nuovo, dove un ragazzo come Eddy ha piacere di stare, dove professionalità ed umanità si incontrano.. è poi anche un modello, una scommessa vincente, la dimostrazione di quanto alcune famiglie ed alcuni educatori, insieme, hanno saputo costruire in un territorio.

Norella, mamma di Eddy


 

Luogo di confronto per chiarire presupposti e senso dei progetti messi in cantiere e offrire supporto in base a proprie disponibilità, capacità e abilità

Maria Carla, mamma di Arianna


 

 

è un luogo dove posso essere me stesso, esprimermi liberamente e incontrare altre pesone con cui condividere il mio tempo e i miei interessi.

Stefano, partecipante progetti Cagi


 

A me piace frequentare i progetti di Costruire Integrazione perché trovo sempre delle persone che mi piacciono.

Nicolò, partecipante progetto Divergens


 

Per me l'associazione è una famiglia nella quale ci si prende cura dei bisogni di ognuno e vengono utilizzate le potenzialità di tutti per un obiettivo di crescita comune

Michela, educatrice